Che cos è il Codice Fiscale

Pubblicato il da margheritedigitali

Il Codice Fiscale è una sequenza di 16 caratteri che sono sia lettere che numeri, esso identifica ogni singolo cittadino italiano, per “fini fiscali”. Quindi dobbiamo fornire il nostro Codice Fiscale quando facciamo un acquisto che riguarda un’immobile o un’auto, quando otteniamo un rimborso di tasse, apriamo un Conto Corrente, o riscuotiamo un pagamento. Questo codice viene assegnato anche alle società italiane, in tal caso esso, di solito, coincide con la partita IVA.

Come è composto il codice Fiscale

Il modo in cui viene calcolato il Codice Fiscale è stabilito dal Decreto ministeriale del Ministero delle Finanze del 23 Dicembre 1976.

I primi 3 caratteri che formano il Codice Fiscale corrispondono alle prime 3 consonanti del proprio cognome, ad essi seguono altri 3 caratteri che corrispondono alla prime 3 consonanti del nome proprio. Se il cognome, oppure il nome, hanno meno di 3 consonanti, le consonanti “mancanti” vengono sostituite con le prime vocali che formano il nome. Ad esempio il nome Olga contiene solo 2 consonanti, allora i caratteri considerati sono: LGO.

 

Il settimo e l’ottavo carattere sono le ultime 2 cifre che formano l’anno di nascita, questi 2 caratteri sono seguiti da 1 carattere che corrisponde ad 1 lettera del mese di nascita, la quale viene stabilita da una precisa tabella. Ci sono poi 2 caratteri con le cifre del giorno di nascita: per le donne queste ultime 2 cifre vengono determinate sommando 40 al giorno di nascita.

 

Gli ultimi 5 caratteri infine comprendono 1 lettera e 3 numeri che insieme identificano il comune di nascita, ad essi viene affiancata 1 lettera che viene scelta in base ad un codice matematico. Questa ultima lettera permette di evitare che 2 persone possano avere il Codice Fiscale uguale. I 4 caratteri che identificano il comune di nascita sono stabiliti dal Codice Belfiore.

La nascita del Codice Fiscale e il suo rilascio

Il Codice Fiscale viene rilasciato ad ogni cittadino dall’Agenzia delle Entrate. Esso è stato introdotto con un Decreto del Presidente della Repubblica emanato il 29 Settembre 1973, con lo scopo di creare l’Anagrafe Tributaria, presso cui depositare i Codici, e rendere l’Amministrazione finanziaria più funzionante. L’Agenzia delle Entrate rilascia ad ogni cittadino una tessera di plastica con una banda magnetica, su di essa è scritto il codice in 16 caratteri. Inoltre, i cittadini residenti in Italia possono usare la propria tessera sanitaria in sostituzione del Codice Fiscale.

 

http://www.h24notizie.com/news/wp-content/uploads/2011/06/agenzia_entrate.jpg

 

http://www.studioconsulenzaromano.net/wp-content/uploads/2010/09/CODICE-FISCALE.jpg

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post